PRESENTAZIONE LIBRO "IL GRANDE CARRELLO DI FABIO CICONTE"

Giovedì 26 settembre nella sede del Consorzio Agrituristico Mantovano

copertina libro

Proseguono gli incontri del mercato contadino di Borgochiesanuova e del Consorzio agrituristico mantovano per informare i cittadini sui meccanismi della distribuzione commerciale.   Giovedì 26 settembre, alle ore 20.30, presso la sede del Consorzio, sarà presentato il libro “Il grande carrello” di Fabio Ciconte e Stefano Liberti.

Una straordinaria ricerca sui meccanismi della distribuzione commerciale. Il libro rivela le strategie tossiche e pervasive del marketing, le storie di sfruttamento e vessazione, la finta libertà di scegliere cosa mettere nel carrello, cosa si nasconde dietro i prezzi bassi.

Quella del basso prezzo è diventata una rincorsa in cui l’unico elemento che determina la scelta di un acquisto non è il suo valore ma il suo prezzo.

Il cibo diventa una merce, il prezzo basso la regola, con gravi ripercussioni sulla filiera produttiva e sulla qualità dei prodotti posti in vendita. 

Il libro svela chi paga il costo di quel risparmio: la biodiversità, che si riduce per la diffusione di sementi omologate, l’ambiente, aggredito da pesticidi e fertilizzanti, i braccianti che vengono sottopagati, i contadini che sono sempre più schiacciati dai ricatti della distribuzione commerciale che determina il prezzo dei beni agricoli e la loro disposizione sugli scaffali.

Il supermercato tende a cancellare la fonte del cibo, mascherandola con la pubblicità. Il libro aiuta i cittadini ad essere consapevoli e critici nelle loro scelte di acquisto, denuncia la finta libertà di scegliere cosa mettere nel carrello, costruisce modelli alternativi di consumo.

Modera l`incontro il giornalista agricolo Giorgio Vincenzi. L`ingresso è libero.

Chi è Fabio Ciconte

Calabrese di nascita, romano d’adozione, da quindici anni la mia vita ruota intorno a tutto ciò che ha a che vedere con il sociale, i diritti umani e l’ambiente.Tutto inizia a Perugia con l’associazione Città del sole, dove vivo una bellissima esperienza accanto ad alcuni ragazzi disabili. La passione per l’ambiente, però, è così forte che decido di lavorare e militare per Greenpeace fino al 2006, per poi fondare nel 2008, insieme a un gruppo di amici, Terra!, una giovane e agguerrita associazione ambientalista che ha lo scopo di creare un attivismo radicale e radicato nel territorio, fatto di azione di denuncia e di promozione di stili di vita sostenibili. Il tutto mantenendo l’impegno costante per la promozione dei diritti umani, al fianco di Amnesty International  e, per una felice parentesi, collaborando con Libera, l’associazione di Don Ciotti.

Manifestazioni