Le uova decorate a Pasqua: leggende e tradizioni

Perché a Pasqua è usanza colorare le uova?

 

Fin da tempi molto remoti, alle uova è stato attribuito il significato di rinascita e rinnovamento. In epoca pagana simboleggiavano la rinascita della natura che avveniva in primavera.

Per i cristiani l’uovo è simbolo di Resurrezione e per questo, a partire dal Medioevo, si è diffusa l’usanza di regalare uova in periodo pasquale. Inizialmente, si trattava di uova sode colorate. Solo in tempi recenti si è diffusa l’usanza di regalare uova di cioccolato particolarmente gradite ai più piccoli, ma in molti Paesi, il giorno di Pasqua, persiste l’usanza di scambiarsi uova vere colorate e decorate.

In passato era tradizione tingere le uova di rosso che è il colore associato alla Passione di Cristo. In realtà un’altra leggenda vuole che, quando Maria Maddalena andò dai discepoli per annunciargli la Resurrezione di Cristo, questi non credettero alle sue parole. Si narra che Pietro le disse: “Crederò a quello che dici solo se le uova contenute in quel cestello diverranno rosse” e, per miracolo, le uova che Maria Maddalena recava nel suo cestino diventarono rosse.

Nei secoli, oltre al rosso, sono stati utilizzati anche altri colori e diversi motivi decorativi. Ancora oggi, quella di colorare le uova per Pasqua, è un’usanza molto apprezzata dai bambini sia in Italia sia in altri Paesi del mondo dove si celebra la Pasqua.

 

Quali uova decorare?

 

E’ possibile decorare sia uova vere che uova finte (di legno o di plastica) in vendita nei negozi di bricolage. Tra quelle vere, si può optare per uova precedentemente bollite oppure uova svuotate, facendo una piccola incisione nel guscio e lasciando quindi fuoriuscire il contenuto. Che dire? Decorare uova vera da molta più soddisfazione, a maggior ragione se si usano uova di struzzo, grandi abbastanza per lasciar spazio a tutta la nostra fantasia e creatività!

 

Qualche consiglio…

 

Una tecnica antica per decorare le uova consiste nell`attaccare piccole piante e foglie intorno alle uova e nel bollirle con colori vegetali. Staccando le foglie, sul guscio rimangono delle impronte più chiare.
Per colorare le uova, vanno bollite in un pentolino d`acqua, con un cucchiaio di aceto e della cipolla, se le vuoi arancioni, degli spinaci per averle verdi, del the per ottenere uova gialle, della barbabietola cotta e grattugiata se si vogliono rosa.

Sul guscio colorato si possono poi disegnare motivi geometrici o floreali con pennarelli indelebili, colori a tempera, adesivi; oppure si possono incollare perline, fiori secchi, elementi di pasta salata e tutto quello che la fantasia suggerisce!

 

Per acquistare uova di struzzo basta venire alla Dispensa contadina oppure cliccare qui!

News