Il giorno di Giovanna

Il concorso a ricordo della cantautrice, a Villa Saviola di Motteggiana

A Villa Saviola di Motteggiana

ritorna “Il Giorno di Giovanna”

Giovanna Daffini, cantante folk, inimitabile “voce della risaia”, artista a tutto tondo e ispiratrice di

tantissimi altri giovani cantautori e musicisti: Villa Saviola di Motteggiana, luogo in cui nacque

cento anni fa, celebra, per la XX° edizione, “Il Giorno di Giovanna”, unica kermesse nazionale

dedicata a questa grande figura del mondo padano, istituita dal Comune di Motteggiana grazie

alla preziosa collaborazione del noto cantastorie locale Wainer Mazza, da sempre ammiratore

delle vicende artistiche della sua celebre concittadina, di cui restano memorabili i suoi concerti in

Italia e all’estero, nonché una sua performance al Festival dei Due Mondi di Spoleto.

La manifestazione si svolgerà domenica 8 giugno, presso l’Area Feste del paese di Villa Saviola,

con un convegno nazionale cui parteciperanno noti ricercatori, studiosi e artisti provenienti da

tutta Italia, e nel corso del quale sarà esposta la chitarra che fu di Giovanna Daffini, conservata al

Museo della Civiltà Contadina di Bentivoglio (BO).

Saranno presenti, come ospiti, Francesca Prestia (cantastorie calabrese), Gastone Pietrucci

(cantante popolare marchigiano, leader del gruppo “La Macina”, che ha avuto in repertorio testi

della Daffini) e Massimo Zamboni (cantante e musicista ex CCCP e CSI, che ha curato con Giovanni

Lindo Ferretti la stampa dell’ultimo disco di Giovanna Daffini, oggi ristampato in CD dal Consorzio

Oltrepò Mantovano). Con il coordinamento di Wainer Mazza, si parlerà delle esperienze artistiche

di “Giovanna”, di musiche e di canti popolari e vari artisti avranno l’occasione di proporre i loro

testi. Come è ormai tradizione, verrà pure presentato in anteprima un “Quaderno” (con CD)

antologico di canzoni presentate al Concorso 2014 e conservate nell’Archivio Nazionale Giovanna

Daffini, presso il Comune di Motteggiana, unico nel suo genere in Italia.

Alle 21 farà seguito il concerto-spettacolo dei cantastorie che si sono aggiudicati i premi previsti

dal Concorso “Giovanna Daffini”. Il Trofeo “Giovanna Daffini” è stato assegnato alla cantastorie

siciliana Giada Salerno (“Ciatuzza”) che ha presentato un testo di Francesco Giuffrida dedicato alla

memoria di Peppino Impastato. Il secondo premio è stato attribuito agli spezzini Valentina Pira e

Andrea Belmonte (testo “L’angelo del pane”) e il terzo al mantovano Michele Mari, con il testo

dialettale “North Country Blues”. Il Premio “Giovanna Daffini”, istituito per il centenario della

nascita della folk singer mantovana, è stato assegnato a Francesca Prestia.

Abbinato alla manifestazione è il concorso “Radici/Roots”, istituito dal Consorzio Oltrepò

Mantovano nell’ambito delle scuole musicali del territorio, a seguito di una ricerca sulla

interessante realtà musicale giovanile di questo territorio, curata da Diego Devincenzi.

La XX° edizione de “Il Giorno di Giovanna” è stata organizzata dal Comune di Motteggiana in

collaborazione con il Consorzio Agrituristico Mantovano.